Samsung Galaxy S3: aggiornamento a Android 4.4.2 KitKat e i problemi [VIDEO]

Samsung Galaxy S3: aggiornamento a Android 4.4.2 KitKat e i problemi [VIDEO]

Si fa ancora attendere l’aggiornamento di Samsung Galaxy S3 a Android 4.4.2 KitKat e il motivo dovrebbe probabilmente essere quello di un’inopinata instabilità di sistema ancora non pienamente risolta. Il colosso coreano vuole ovviamente che tutto sia a posto e non permetterà ai milioni e milioni di utenti di effettuare un upgrade che porterà più danni che benefici e così per il momento non mette a disposizione l’update. Era stato infatti annunciato, poi si era tornati indietro e ora sembra ancora una volta molto lontano il giorno dell’aggiornamento ufficiale. Eppure già attualmente è presente su Samsung Galaxy S4 e Galaxy Note 3, oltre che sul nuovissimo Samsung Galaxy S5 e sarà in arrivo su Samsung Note 3 Neo, Note 2, Galaxy Grand visto che è in fase di testing.

Aggiornamento a Android 4.2.2 Jelly Bean

Pronto l’aggiornamento a Android 4.2.2 Jelly Bean per Samsung Galaxy S3. Prima della diffusione della ROM definitiva c’è spazio per quella ufficiosa I9300XXUFME3 che porta l’ultima versione di TouchWiz con widget presi da S4 e stile molto simile. Come fare? Grazie all’applicazione ODIN che permette di rendere ufficiale la build JDQ39 altrimenti pre-release (che comunque non è ancora stato approvato da Samsung, quindi si monta a rischio e pericolo). Come da video qui sopra si possono ammirare le tante migliorie come ad esempio le varie lockscreen con widget, schermata di sblocco personalizzabile, funzioni come Adapt display, Professional Phone e Daydream, c’è la modalità auto, gli upgrade del centro notifiche ampliato, i controlli vocali, miglioramenti S-Voice e tanto altro ancora.

Aggiornamento a Android 4.1 Jelly Bean per Galaxy S3

samsung galaxy s2 s3 luminoso

Samsung Galaxy S3 versione italiana si aggiornerà a Android 4.1.1 Jelly Bean in tempi piuttosto brevi, probabilmente nel corso del prossimo mese di ottobre, come confermato dalla stessa società sudcoreana. Intanto la disponibilità ufficiale dell’update coinvolge la Polonia. L’ammiraglia della prima società al mondo nel settore mobile, riceverà l’upgrade all’ultima versione dell’OS presentata nel giro di non molte settimane, visto che ormai è stato ufficializzato il nuovo Samsung Galaxy Note 2 (lo scorso 28 agosto nel pre-IFA 2012 di Berlino) che uscirà già con la 4.1 a bordo. A ruota, sarà poi diffuso l’aggiornamento del firmware anche per gli altri smartphone al top di gamma come Samsung Galaxy S2 che continuerà così a essere altamente competitivo.

Samsung Galaxy S3 ha un piccolo difetto o meglio dire una mancanza della quale ancora nessuno si era accorto, forse perché servivano apparecchiature professionali per rendersene conto. Così Ramond Soneira della società DisplayMate Technologies ha condotto alcuni test e ha sentenziato: il display di Samsung Galaxy S3 è meno luminoso rispetto a quelli di Samsung Galaxy S e Samsung Galaxy S2 di un livello non esagerato ma comunque percepibile da questi macchinari professionali. Non sembra, però, che questa “mancanza” possa in qualche modo essere percepita dall’utente né tantomeno gravi sul funzionamento. Anche Google Nexus 7 svela un piccolo segreto costruttivo.

Samsung Galaxy S3 è uscito ormai da alcune settimane in Italia (ecco la nostra videorecensione completa) e sembra ottenere già buoni feedback da parte degli utenti. Ben pochi si saranno accorti di una piccola mancanza che è stata scoperta da Ramond Soneira della società DisplayMate Technologies che ha misurato con precisione il livello di luminosità dello schermo del terzo Galaxy S in relazione a quello dei precedenti due. Ebbene, lo schermo da 4.8 pollici e risoluzione 1280×720 pixel di Samsung Galaxy S3 patisce – anche se non di molto – il confronto sulla luminosità con i due display da 4 e 4.3 pollici da 800×480 pixel dei precedenti.

Samsung Galaxy S2 si avvale di una potenza di 2.1 Watt contro gli 1.3 Watt di S3 con la conseguente luminosità massima sviluppata di 289cd/mq contro 224cd/mq. Una soluzione che si è resa necessaria anche per aumentare l’autonomia della batteria che è così passata da 4.4 a 5.6 ore. Stesso motivo per cui Apple finora ha ottenuto valori di luminosità molto alti e di longevità della batteria (541cd/mq e 7.8 ore) grazie a una diagonale meno grande. Ma c’è anche un altro dispositivo che esce allo scoperto con un particolare finora mai scoperto, stiamo parlando del tablet Google Nexus 7.

Come è stato possibile scoprire in un video in anteprima, Google Nexus 7 monta un sensore magnetico nascosto in cornice del tutto simile a quello da anni montato da Apple iPad. Si tratta di un “trucco” hardware molto utile perché nel caso in cui sarà prodotta una custodia personalizzata – come quella di iPad, Smartcover – basterà accostare o scostare il magnete dell’accessorio per accendere e spegnere il display, così che una volta aperta o chiusa la custodia il dispositivo si desti o si spenga.

903

Segui Cellulari Tecnocino

Sab 21/06/2014 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Mario 25 marzo 2014 10:13

C’è un errore. Il video è del 4.2.2!!!!

Rispondi Segnala abuso
Seguici